Vai al portale di ateneoTorna alla Homepage
Ti trovi qui: Home » Informazioni » Storia

Le origini

la biblioteca nel 1920Con Regio decreto del 1877 veniva istituita, con sede nel Palazzo dell'Università, la Biblioteca del Consorzio Universitario. Dotata di un primo nucleo di opere riguardanti le scienze giuridiche, politiche e sociali , funzionò esclusivamente come Biblioteca della Facoltà di Giurisprudenza.
 
Tra fine '800 e inizio '900 la collezione si arricchì soprattutto grazie a lasciti e donazioni di docenti dell'Ateneo e professionisti modenesi.
 
Dal 1914 tutta la biblioteca passò sotto la gestione dell'Istituto giuridico. Nel 1925 venne aperta al pubblico per la lettura e la consultazione e provvista di un primo catalogo sistematico per materia, di cui fu pubblicato lo schema.

A partire dal 1927 la denominazione è quella di Biblioteca dell'Istituto giuridico.

Il costante incremento di libri e riviste portò alla necessità di disporre di altre sedi distaccate. In quella originaria di via Università rimasero le pubblicazioni inerenti le materie storico-filosofiche, mentre nuovi locali acquisiti in Corso Canalgrande accoglievano materie internazionalistiche e del Centro delle Comunità Europee al n. 45, tutte le altre discipline al n. 9.

Nel 1983 la Biblioteca dell'Istituto Giuridico venne riunificata nell'edificio del Palazzo dell'Università con la denominazione di Biblioteca Centralizzata del Dipartimento di Scienze Giuridiche. Contestualmente veniva avviato il primo progetto di automazione del catalogo.

Dal 2004, con l'avvenuta costituzione del Sistema bibliotecario di Ateneo (SBA) di Modena e Reggio Emilia, la Biblioteca del Dipartimento ne entra a far parte con autonomia regolamentare ed organizzativa, assumendo la denominazione di Biblioteca universitaria di area giuridica.

il leccio e una finestra del 1824

 

[Ultimo aggiornamento: 19/11/2015 12:14:07]